Mercoledì, 01 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Ritrovata unita? Magorno dice si
PD CALABRESE

Ritrovata unita?
Magorno dice si

assemblea, calabria, ernesto magorno, pd, Cosenza, Calabria, Archivio

Il PD esce compatto dall'assemblea regionale? Forse si, forse no.  Il segretario regionale Magorno si dice soddisfatto cosi come il vicesegratrio nazionale Guerini che ha partecipato ai lavori. Magorno ha diffuso una nota per ribadire quanto espresso in assemblea: “ L’unità è l’elemento basilare per il rilancio del PD calabrese, perché solo insieme si possono vincere le sfide più difficili e perché insieme dobbiamo governare in Calabria” . Rivolgendosi al Presidente Oliverio,   il segretario regionale ha poi affermato “ tu come me sai che solo attraverso l’unità si realizzano i migliori risultati. Unità nel partito e nel governo della Regione. Tutto il PD – ha proseguito – è pronto a fare la sua parte; è necessario che tu metta in campo tutte le nostre forze. E per farlo non dovrai utilizzare il manuale Cencelli.  So che non lo faresti mai, né io te lo chiederei”. Al centro del suo discorso di apertura del massimo organismo di direzione del PD, Magorno ha poi posto il tema di Gioia Tauro: “ In riferimento al potenziamento del porto  apprezziamo gli sforzi che si stanno facendo ma riteniamo che la Zona Economica Speciale, così come richiesto da una proposta di legge di tutti i parlamentari calabresi Pd,  è l’unico modo affinché Gioia Tauro assuma il ruolo che merita nel Mediterraneo”. Sull’utilizzo dei fondi comunitari, il segretario ha affermato che “il Governo Nazionale non può e non deve limitarsi ad una attività di mero controllo ma deve dare alla nostra Regione, se necessario,  un supporto tecnico affinché le risorse assegnate  siano  effettivamente spese in Calabria.  I ritardi non sono imputabili a questo governo regionale e non possono essere pagati  dai cittadini calabresi”. Magorno ha fatto poi riferimento alla vicenda del commissariamento della gestione sanitaria. “ Sulla sanità -ha dichiarato - doveva andare diversamente. Ora, però, c’è un solo imperativo categorico: uscire dal piano di rientro e riportare la sanità nell’ambito del Governo Regionale”. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook