Lunedì, 27 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Assunzioni AMACO USB vs Occhiuto
COSENZA

Assunzioni AMACO
USB vs Occhiuto

"Visitando il sito web dell’AMACO S.p.a., abbiamo appreso la ex municipalizzata ha indetto due prove selettive/concorsi per l’assunzione di un nuovo Dirigente e di altre figure professionali  collocabili nel settore degli  uffici aziendali per delle supposte carenze nell’ organico". Cosi l'USB interviene sulla vicenda Amaco. "Premesso - continua - che è  legittimo e  non può essere motivo di critica o di obiezioni da parte del sindacato la scelta di un’azienda che, in piena autonomia gestionale, decide di incrementare nei propri organici le figure professionali di Dirigenti e del personale indiretto/amministrativo ma riteniamo che sia  giusto chiedere all’AMACO, essendo un'azienda pubblica, se il tutto è finalizzato a migliorare le perfomance aziendali  e quindi i servizi offerti ai cittadini o se l’operazione serve per assicurare un posto in prima fila a qualcuno in prospettiva. Sarà forse un nostro retropensiero, ma se questo accade però durante la delicata  fase istruttoria  in corso  d’opera che dovrebbe portare alla costituzione della società provinciale da parte della stessa AMACO e da FdC, progetto condiviso anche dall’assessore regionale ai trasporti De Gaetano e dalla Regione Calabria,  la scelta appare quantomeno inopportuna e, probabilmente, risponde alla seconda delle nostre  domande. Se poi la dovessimo misurare con le riserve palesate dall’AMACO rispetto al percorso  avviato e dovute allo squilibrio esistente tra il costo del personale delle due società e del numero dei dipendenti  che la FdC conferirà alla nuova società, la decisone non solo è inopportuna ma assolutamente censurabile poiché andrebbe ad aggravare i costi per oltre 200.000 €. annui della costituente nuova società. Auspichiamo che la decisione venga ritirata e che si proceda più velocemente alla costituzione della società unica provinciale a totale proprietà pubblica ovvero a controllo pubblico per tutelare i diritti dei cittadini, i livelli occupazionali e salariali dei dipendenti che dovranno entrare a far parte della nuovo società aumentando il numero del personale operativo e magari diminuendo il numero dei dirigenti e di pseudo manager, per rendere sostenibile la nuova società esattamente l'opposto del progetto AMACO e del suo socio unico".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook