Venerdì, 16 Novembre 2018
CAMERA COMMERCIO COSENZA

Sì a bilancio sociale
contributi ad imprese

algieri, camera commercio, cosenza, Cosenza, Archivio
foto gazzetta del sud

La Camera di Commercio di Cosenza ha inserito nell’agenda delle attività programmate per il 2016 la redazione del suo primo bilancio sociale. Lo fa nell’ambito della Relazione Previsionale e Programmatica (RPP), approvata dal Consiglio camerale, con la quale il presidente Klaus Algieri ha illustrato analiticamente le attività pianificate per il prossimo esercizio. La scelta di realizzare il bilancio sociale si inserisce nel virtuoso percorso di cambiamento e nella radicale trasformazione della Camera di Commercio, già avviato con l’iniziativa #OpenCameraCosenza e destinato a concretizzare con immutata e determinata convinzione una maggiore apertura e trasparenza dell’agire amministrativo. “Per la prima volta la Camera - dichiara in una nota il presidente Algieri - indica un nuovo modus operandi da realizzare mediante un sistema di azioni, che renda misurabili e controllabili da chiunque gli effetti sociali delle decisioni assunte. Attraverso il bilancio sociale ci poniamo l’obiettivo di informare in maniera chiara e trasparente gli interlocutori sulle modalità con cui l’organizzazione opera, fornendo un quadro complessivo delle azioni progettate e contemplando tutte le ripercussioni etiche e sociali del caso”.A complemento del bilancio sociale sono state avviate anche tutte le attività necessarie alla realizzazione del bilancio di genere. Strumento che, finalizzato alla realizzazione di un’effettiva parità tra donne e uomini, integra il bilancio con l’analisi della variabile di genere, secondo la fondamentale considerazione che le politiche adottate non sono neutre rispetto al genere, ma al contrario determinano un impatto differenziato su uomini e donne. Il bilancio di genere rappresenta indubbiamente un decisivo strumento di ammodernamento e razionalizzazione, atto a migliorare la qualità dei servizi, oltre l’efficienza e il contenimento dei costi. I lavori del Consiglio camerale si sono svolti all’esito di un anno che, per la Camera di Commercio, è stato particolarmente complesso: sul fronte interno, infatti, si è registrata una parziale definizione del contenzioso inerente i numerosi ricorsi avanzati da alcune Associazioni sulla procedura di rinnovo degli Organi; mentre, in ambito nazionale, il processo di Riforma della Pubblica Amministrazione ha determinato elementi di incertezza sul nuovo assetto del Sistema camerale. Fortunatamente, i numeri e i risultati conseguiti dalla Camera cosentina hanno avuto la meglio, determinando il Governo a esprimersi positivamente sull’opportunità di mantenerne in vita le funzioni, rendendone definitivamente salva l’autonomia. Il lavoro del presidente Algieri e della Giunta camerale proseguirà con immutato impegno anche in futuro. È stata prevista, infatti, l’attivazione di nuovi bandi e avvisi per la promozione delle imprese, nonché una serie di iniziative volte a sostenere la diffusione dell’innovazione, la pubblicazione e la gestione di iniziative a sostegno dell’imprenditoria e della competitività nei mercati esteri, nonché il sostegno alla nascita di nuove reti orientate all’internazionalizzazione. A tal proposito, è stata prevista una serie di incentivi per le start-up innovative, le imprese sociali e l’imprenditoria femminile, senza dimenticare le azioni a sostegno della liquidità, misure tese a mitigare il costo dei finanziamenti bancari mediante il sostegno ai consorzi fidi e la partecipazione a fondi di garanzia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X