Giovedì, 28 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio L'autopsia non cancella i dubbi
CASSANO ALLO JONIO

L'autopsia non cancella i dubbi

di
autopsia, leonardo avena, Cosenza, Calabria, Archivio
L'autopsia non cancella i dubbi

È stato eseguito l’esame autoptico sulla salma di Leonardo Avena, il sessantatreenne trovato morto nella sua casa di Vico III 4 Novembre dove abitava insieme alla sorella Lucia. Il caso rimane ancora senza soluzione. Sulle risultanze dei controlli vige il massimo riserbo. La vicenda è sempre più contorta e continua a riservare numerose sorprese. I magistrati lavorano a trecentosessanta gradi, al momento non si esclude nemmeno l’ipotesi di omicidio. Ordinati anche altri sequestri e un nuovo sopralluogo nella casa dell’uomo. Emergono elementi che porterebbero a una nuova pista e a nuove ipotesi rispetto alla ricostruzione iniziale effettuata dagli inquirenti sulle cause del decesso dell’anziano.

Qualcosa trapela: l’autopsia, che si è svolta nell’obitorio del cimitero di Cassano, sarebbe durata dalle 13 alle 15 di ieri. Controllo svolto con grande celerità e concentrazione a causa dello stato del corpo. I due medici legali, al quale la Procura ha conferito l’incarico ieri mattina stessa e che subito dopo hanno eseguito l’esame autoptico, sono le dottoresse Eloisa Maselli e Francesca Donno dell’università di Bari, le quali hanno avuto anche il supporto della scientifica dei carabinieri di Cosenza.

Il resto dell'articolo leggilo nell'edizione on line

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook