Mercoledì, 19 Settembre 2018
RENDE

Una firma per accendere il sogno stadio

di
rende, stadio, Cosenza, Calabria, Archivio
Una firma per accendere il sogno stadio

Una firma per il nuovo “Lorenzon”. Sostanzialmente, è questa l’atto ancora da compiere perché possano avviarsi i lavori per la riqualificazione dell’impianto rendese, che avrà un aspetto simile allo “Stirpe”. Fabio Coscarella freme all’idea di vedere la sua creatura immergersi in una versione rinnovata e avveniristica dello stadio.

Quando l’organo istituzionale regionale presieduto da Mario Oliverio siglerà l’accordo di programma quadro (Apq) per il Rende comincerà una nuova fase. «Il Comune – ha spiegato il massimo dirigente biancorosso attraverso una nota diffusa ieri dal club di via Fratelli Bandiera – ha recepito e sottoscritto il nuovo accordo con la società. Siamo sicuri che così come garantito dalla Regione Calabria la firma dell’Apq arriverà alla fine di febbraio. Abbiamo già preso contatti con la società che ha realizzato lo stadio di Frosinone (ndc, Coscarella insieme all’architetto Michele Trocino ha visitato il “gioiellino” frusinate all’inizio della scorsa settimana). Nell’arco di circa 140 giorni dall’inizio dei lavori la città di Rende e il Rende calcio avranno un nuovo stadio. Siamo pronti a dare il via a questa grande opera».

Il progetto presentato alla presenza di Mario Oliverio lo scorso 15 dicembre all’interno del “Cantiere Rende” prevede inoltre 3.615 mq di superficie commerciale (su via Ciro Menotti). Lo stadio che avrà una capienza di 10 mila posti diventerà il «nuovo palazzo degli eventi, della cultura e dello sport».

Coscarella ha poi approfittato dell’occasione anche per concentrare la sua analisi sull’aspetto sportivo. La vittoria con il Fondi ha messo la parola fine sul capitolo salvezza per il Rende. I ragazzi di Trocini da qui a fine campionato lavoreranno per alzare il tiro rispetto ai presupposti iniziali. «I risultati confermano il nostro ottimo momento. Adesso – ha concluso il presidente rendese – dobbiamo dimostrare di saper stare al tavolo con i più grandi».

Nel quartier generale biancorosso intanto ieri pomeriggio è scattata l’operazione Catanzaro. Il gruppo ha visionato alcuni frame della partita contro la formazione laziale di Sanderra dopodiché si è trasferita sul terreno in sintetico per avviare il processo di messa a punto in vista del match di domenica pomeriggio (ore 14.30) contro i giallorossi. Hanno lavorato a parte Mattia Sanzone e Michel Ferreira. Differenziato pure per Gabriele Novello mentre Antonio Calvanese ha continuato il suo programma personalizzato con il massaggiatore Riccardo Ciatti. Il confronto con il Catanzaro avrà un sapore particolare per Denny Gigliotti, catanzarese (è nato a Cicala) ed ex calciatore giallorosso. La mezzala, alla sua quarta stagione sulla sponda nord del Campagnano, domenica scorsa ha collezionato il suo centesimo gettone di presenza con la maglia del Rende.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook