Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il tribunale della ’ndrangheta!
CORIGLIANO

Il tribunale della ’ndrangheta!

'ndrangheta, carabinieri, corigliano, procura di castrovillari, Cosenza, Calabria, Archivio
Carabiniere uccide il padre

A Corigliano s’era insediato il tribunale della malavita. Aveva i suoi codici e le sue procedure e soprattutto emetteva sentenze inappellabili con pene corporali d’una certa entità: un “condannato”, per esempio, venne pestato a sangue due volte nel giro di ventiquattr’ore e un’altro venne raggiunto e accoltellato in casa in casa mentre dormiva. Insomma, l’apparato della giustizia filo-’ndranghetista era meno garantista e funzionava in modo diverso da quello dello Stato, i cui apparati, però, ieri, hanno fatto la voce grossa ristabilendo, nel territorio ausonico, l’ordine naturale delle cose e soprattutto la Legge.

Il “tribunale” era presieduto da Filippo Solimando, vecchia conoscenza della magistratura antimafia e attualmente detenuto in regime di 41 bis. Ieri mattina sono state arrestate dai carabinieri, per ordine del procuratore di Castrovillari, Eugenio Facciolla, 12 persone accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di estorsioni, rapine, ricettazione e danneggiamento.

L'articolo completo nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud.

Clicca qui per acquistare la tua copia digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook