Mercoledì, 08 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Cosenza, prove tecniche per Ascoli
CALCIO

Cosenza, prove tecniche per Ascoli

di
cosenza calcio, Cosenza, Calabria, Archivio
Cosenza, prove tecniche per Ascoli

Sette reti alla Primavera di Stefano De Angelis per proiettarsi verso l'impegno di domenica con l'Ascoli. La partitella del “Di Magro” è stata condizionata nel finale dal cattivo tempo, i fulmini minacciosi hanno consigliato alle due squadre di rientrare negli spogliatoi in leggero anticipo. Quando Braglia aveva comunque già avuto modo di avere qualche risposta in vista della trasferta di domenica al “Del Duca”. I rossoblù partiranno per le Marche questo pomeriggio dopo l'ultimo allenamento in città.

Le ultime ore di calciomercato in serie C potrebbero comportare alcune operazioni in uscita. Stefano Trinchera avrà un duro compito: tentare di cedere Pietro Perina, Paolo Pellegrino e Federico Pasqualoni, discorso diverso per Allan Baclet. L'entourage dell'attaccante ha chiarito l'intenzione di voler restare a Cosenza dove il francese è ormai uno dei beniamini dei tifosi. Futuro incerto pure quello dei due estremi difensori. Le prossime dinamiche dipenderanno da Perina: se dovesse accasarsi in serie C allora Pellegrino resterebbe come terzo portiere altrimenti quest'ultimo potrebbe essere girato anche in serie D successivamente. Potrebbe risultare più semplice incontrare una soluzione per il difensore, più lontano dal Vicenza rispetto ai giorni scorsi.

Non hanno preso parte al test di ieri per problemi fisici neppure Mirko Bruccini e Armando Anastasio, che potrebbero restare fuori dall'elenco dei convocati. Piero Braglia ha intanto riproposto per esigenza Matteo Legittimo largo a sinistra, in posizione di quinto di centrocampo. Una scelta che si era intravista anche nel corso della seduta di mercoledì quando il tecnico ha schierato l'ex Lecce nello stesso ruolo, impiegando Riccardo Idda come terzo mancino in difesa. Il sardo nel primo tempo ha protetto Saracco insieme a Tiritiello e Pascali. Sempre nella prima frazione, a centrocampo si sono sistemati Bearzotti a destra, Varone, Palmiero e Schetino nel circolo centrale. In prima linea hanno invece trovato spazio Perez e Di Piazza. Le indicazioni principali sono giunte nella seconda parte quando nel 3-5-2 hanno trovato spazio Capela, Dermaku e Idda a protezione di Cerofolini; Corsi, Verna, Mungo, Garritano e D'Orazio a centrocampo; Baez, poi rilevato da Tutino, nel settore offensivo insieme a Maniero. L'ex attaccante del Novara a Montalto Uffugo ha firmato due reti, una su calcio di rigore, per mettere subito in chiaro perché il Cosenza si è fiondato su di lui a ridosso del gong del mercato di serie B. Nella seconda parte sono inoltre andati a segno Capela e Tutino (dal dischetto). Nel primo tempo hanno gonfiato la rete Bearzotti, Varone e Perez. Quest'ultimo si avvia al ballottaggio con Di Piazza per giocare in coppia con Tutino.

La Primavera di De Angelis ha schierato Quintiero tra i pali; Santangelo, Salines, Bilotta (dovrebbe restare come fuoriquota dopo l'esperienza in serie D con il Taranto), Amendola (poi Gagliardi) in difesa; Paglia, Peguiron (Caiazzo), Azzinnari a centrocampo; Giorgiò, Mascari e Sueva (Militano) in attacco. Direzione di gara. Per Ascoli-Cosenza è stato designato Manuel Volpi di Arezzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook