Venerdì, 16 Novembre 2018
ANNI DI UDIENZE

Cosenza, assoluzione per Umberto De Rose: accusato di tentata violenza privata

di
cosenza assoluzione umberto de rose, Cosenza, Calabria, Archivio
Umberto De Rose

L’“Oragate” era un impasto di chiacchiere telefoniche e presunte pressioni politiche finite in una inchiesta per tentata violenza privata che la Procura aveva contestato allo stampatore Umberto De Rose. Accuse che dopo quattro anni di udienze sono sfumate definitivamente con la sentenza di assoluzione pronunciata dal giudice Manuela Gallo su richiesta dello stesso pm Domenico Frascino.

Tutto cominciò da un’altra inchiesta che, così come riportava l'edizione della Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza, puntava sugli incarichi all’Asp di Cosenza e che proprio in quei giorni arrivò a sfiorare Andrea Gentile, figlio di Antonio, fresco di nomina a sottosegretario, e costretto, poi, a dimettersi. Quando la notizia trapelò, De Rose chiamò Citrigno per invitarlo a ignorare il fatto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X