Venerdì, 16 Novembre 2018
LA TRAGEDIA

Studentessa cosentina di 16 anni mangia una caramella e muore: shock anafilattico

di

Uno shock anafilattico. Lei, Barbara, da poco compiuti i 16 anni, iscritta ai primi anni del Liceo scientifico Scorza, in pochi istanti saluta la vita terrena e lascia i genitori disperati, gli amici increduli, la città quasi dormiente.

Poco dopo le 21,30, ieri sera, la pressione si abbassa, il respiro si fa difficoltoso in quanto il polmone è preda di un attacco asmatico grave e la pelle presenta orticarie di vario tipo. Barbara è allergica al latte, dicono. Ingoia una caramella, senza accorgersi quasi di nulla. Pochi istanti, pochi maledetti minuti.

Un formicolio ed un senso di calore al capo ed alle estremità che fanno intuire, sin da subito, la gravità di quanto stia accadendo. Poi la difficoltà respiratoria. Non c’è neppure il tempo di chiamare i sanitari, il 118, qualsiasi tipo di ambulanza possibile. Barbara abita in via Misasi, la vecchia via Roma. L’ospedale è ad un tiro di schioppo dalla sua amata casa. Ed invece non c’è scampo. Le urla, i pianti.

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione della Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X