Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
FINE DI UN INCUBO

Cosenza, ai domiciliari un 54enne che minacciava e ricattava l'ex

di
compagna, domiciliari, soldi, violenza, Cosenza, Calabria, Cronaca
Donne maltrattate

Un giorno che sorge con quel lamento angosciante delle sirene che annuncia la fine di un incubo.

È un cerchio che si chiude su una tormentata storia d’amore e di violenze che avrebbe deviato per sempre il corso della vita di Anna (il nome, naturalmente, non è quello vero), una donna che, troncando la sua relazione sentimentale con quello che doveva diventare il suo uomo, s’era ritrovata imprigionata nella disperazione.

Ora, per lei, nulla sarà più come prima. E nemmeno per il cinquantaquattrenne Pasquale Rende, finito nei guai sarà più la stessa cosa. Lui è stato arrestato dai detective della Terza Sezione della Mobile, guidati dal vicequestore Fabio Catalano, e, successivamente, assegnato ai domiciliari per ordine del gip, su richiesta del capo dei pm Mario Spagnuolo.

Il provvedimento cautelare sintetizza un ipotetico viaggio nel girone dei dannati dentro al quale si sarebbero impastati ossessioni, sentimenti esasperati e minacce. Tante, troppe liti avrebbero scandito il difficile rapporto di coppia. Un sentimento che è andato sfilacciandosi in fretta fino a sfumare definitivamente in mezzo ai veleni. I cosiddetti problemi caratteriali avrebbero dilatato le distanze tra l’uomo e la donna.

Leggi l'articolo completo su Gazzetta del Sud - edizione Cosenza in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X