Venerdì, 14 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, il monito del vescovo Nolè: "C'è un deserto morale e di valori"
IL MESSAGGIO

Cosenza, il monito del vescovo Nolè: "C'è un deserto morale e di valori"

di
monsignor nolè, omelia, vescovo cosenza, francescantonio nolè, Cosenza, Calabria, Cronaca
Monsignor Nolè e Papa Francesco

«In questi giorni abbiamo ascoltato più volte Giovanni Battista che nel deserto gridava e dava voce di speranza. Il deserto per definizione è il luogo di non vita, dove non c’è speranza.

Oggi molte persone vivono questo deserto morale, di valori, di incomunicabilità: penso ai tanti giovani che hanno tante speranze ma che si ritrovano senza qualcuno che dica loro una parola, che li faccia sentire protagonisti della loro vita». Sono parole che durante questi giorni di festa l’arcivescovo metropolita di Cosenza-Bisignano, ha ripetutamente rivolto ai fedeli della chiesa Cosentina evidenziando che «il problema non sono i giovani, siamo noi adulti che non sappiamo e non riusciamo, forse per timore di disturbarli o forse perché non siamo nemmeno capaci di dare loro speranza, di coinvolgerli, di farli sentire protagonisti».

Seguendo la linea tracciata da monsignor Francescantonio Nolè, la chiesa Bruzia continua a celebrare il calendario delle solennità natalizie con la “festa della Santa Famiglia”, che si terrà domani con una serie di appuntamenti nella chiesa dello Spirito Santo.

Il 31 dicembre, a conclusione dell’anno civile, l’arcivescovo presiederà alle 17, la santa messa e il canto del “Te Deum” nell’antica cattedrale di corso Telesio.

Leggi l’articolo completo su Gazzetta del Sud – edizione Cosenza in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook