Sabato, 16 Febbraio 2019
stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Schiavonea, fermano un'auto e provano a forzarla: madre si barrica dentro con i figlioletti

carabinieri, madre barricata in macchina, schiavonea, Cosenza, Calabria, Cronaca
Indagano i carabinieri

Fermano un auto e tentano di entrarvi dentro. Una di quelle storie che solo a sentirle turbano i sonni delle madri. E’ successo a Schiavonea, popolosa frazione marina di Corigliano, nella serata di martedì scorso, dove una giovane con in auto suoi due figli, è stata fermata da due uomini in mezzo alla strada.

La donna con la sua auto si trovava a percorrere una via interna, che si interseca con la principale arteria della Provinciale, e che funge da scorciatoia per andare ad un supermercato. Una stradina con una scarsissima illuminazione ed il manto dissestato da numerose buche che ne rende la percorribilità particolarmente lenta. Insieme a lei nella vettura c’erano la figlioletta di tredici anni, seduta lato passeggeri, e dietro il figlio di appena sei anni.

All’improvviso, senza che li notasse prima, le si sono parati due uomini adulti con le mani alzate in segno di alt. Per evitare che li travolgesse ha inchiodato il piede sul freno, fermandosi. Nessuna altra vettura si trovava a passare e i due, coperti anche dall’oscurità di quella strada, considerata l’ora circa le diciotto e trenta, hanno iniziato a voce alta a chiederle di salire a bordo.

Frattanto uno dei due, con gran repentinità, si è portato sul lato posteriore dell’auto, dove sul sedile era seduto il piccolo. Momenti di panico, racconta la giovane madre, che comunque non le hanno impedito di chiudere le sicure interne. Azione compiuta in concomitanza con la figlioletta ed in tempo per evitare che la portiera, sotto l’insistenza dell’uomo si aprisse.

Uno, due, tre, quattro strattoni forti alla maniglia, che fortunatamente ha resistito. Neanche l’ultimo tentativo di infilare le mani nei pochi centimetri lasciati aperti del finestrino, è riuscito all’uomo. Il tutto si è consumato in pochi minuti e le insistenti urla provenienti dall’abitacolo hanno convinto i due ad allontanarsi nel buio.

Fortemente scossa per quanto appena accaduto la donna ha deciso di segnalare tutto ai carabinieri della compagnia dello Scalo cittadino. A loro non ha saputo dire molto sulla fisionomia dei due uomini, che però è sicura non fossero di colore. Mentre sembra essere certa che fossero in uno stato di alterazione, forse per abuso di alcool o droghe. Quanto accaduto sembra non sia un episodio isolato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X