Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
CORRUZIONE

Cariati, l'ospedale doveva sorgere su un'area a rischio frana: i dettagli dell'inchiesta "Platone"

di
corruzione, inchiesta Platone, ospedale Cariati, zona a rischio frana, Eugenio Facciolla, Giuseppe Fanigliulo, Luca Primicerio, Cosenza, Calabria, Cronaca
Guardia di Finanza

Dalle carte di “Platone”, nome scelto dai magistrati per l'inchiesta, emergono molti dettagli su come la corruzione venisse declinata minuziosamente per arrivare all'obiettivo finale.

Per costruire - a tutti i costi - l'ospedale s'era perfino dichiarato il falso sul fatto che l'area individuata per far nascere il nuovo nosocomio di Cariati ricadesse in zona classificata a rischio frane “R3” del vigente Pai Calabria, il piano di assetto idrogeologico. In una terra martoriata dalle alluvioni e dalle tragedie anche recenti bisognava far risultare che le carte fossero tutte in ordine.

Tutto grazie alla figura-chiave dell'inchiesta rappresentata da Giuseppe Fanigliulo, responsabile dell'ufficio tecnico comunale assunto senza concorso con incarico fiduciario, che, secondo l'ipotesi del Procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla e del sostituto Luca Primicerio, rendeva tutto possibile e fattibile su richiesta dei Greco.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook