Mercoledì, 21 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
IL PROGETTO

San Marco Argentano, il Wwf contro il parco eolico

di

Sul paventato Parco eolico “Aria del Vento”, il presidente del Wwf “Calabria Citra”, Giuseppe Rogato, ed il responsabile dell’ufficio legale, Fabio Spinelli, esprimono contrarietà all’opera soprattutto «a difesa del territorio e dei valori ambientali».

A loro parere «la realizzazione d’un parco eolico, anche se condivisa con l’esigenza di fonti rinnovabili, non può trovare posto dovunque, ma solo in ambienti in cui non sussistano controindicazioni escludenti». E non sono i numeri, contrari o favorevoli, a fare “la differenza” ma valutare la fattibilità e la bontà di un’opera. Il Wwf zonale, dunque, condivide quanto già esternato dai comitati locali “No pale” e dal gruppo “Ambiente e Territorio”, ritenendo che «dall’analisi del contesto ambientale, visti i vincoli paesaggistico – ambientali esistenti, tra cui idrogeologico e sismico, la realizzazione del progetto è stridente col territorio.

Non può essere ignorato l’impatto dell’eolico «sull’ambiente e l’avifauna che è poco distante dai Sic (siti d’interesse comunitario) designati con delibera di giunta regionale 277/2016 . Così come risulta che alcune aree del progetto sono state percorse dal fuoco e bisogna rispettare la Legge-Quadro (335/2000) in materia d’incendi e posta tutela del patrimonio boschivo. Infine, non può essere ignorato neanche l’alto “valore culturale” del sito, perché «l’area interessata alla sua realizzazione è attraversata da un percorso dal valore religioso, storico, naturalistico e turistico: il “Cammino di San Francesco di Paola” la via del Giovane».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook