Giovedì, 22 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
L'INTIMIDAZIONE

Bossoli in cantiere, imprese nel mirino del racket a Paola

di

Imprese nel mirino. Le indagini della polizia del commissariato di Paola sono serrate. Per adesso ci sono sospetti, tanti, ma non c'è nessun indagato. I bossoli rinvenuti nel mezzo per i lavori di bitumazione, in sosta a pochi metri dal bivio per la Crocetta sulla statale 107 sono di una pistola calibro 7.65 e sono stati affidati alla scientifica della polizia giudiziaria. Si presume che siano stati esplosi da un'auto in transito dalla breve distanza.

Dall'atto intimidatorio avvenuto sulla statale emerge come lo “straniero” non sarebbe ben visto dalla malavita locale. È accaduto in diverse occasioni che a essere prese di mira dalla criminalità organizzata sono state ditte di paesi limitrofi, dell'entroterra cosentino o di fuori regione. Ne sanno qualcosa imprese di San Lucido, Nova Siri, Bisignano, Acri e nell'ultimo caso in ordine di tempo di Amantea. Ditte e imprese locali non sono state nemmeno risparmiate, anche se forse si sono “adeguate” nel tempo ad alcuni meccanismi.

Le motivazioni vanno forse ricercate nel fatto che non pagherebbero il pizzo e non contribuirebbero in qualche modo a “sfamare” le famiglie delle consorterie locali.

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Cosenza in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook