Domenica, 22 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
POLIZIA

Minacciata e picchiata dal suo persecutore, stalker in manette a Cosenza

Seguita ovunque, tartassata di messaggi offensivi e minacciosi e aggredita fisicamente. È il calvario a cui è stata sottoposta una giovane di Cosenza vittima di stalking da parte di un trentatreenne, P.V., a cui adesso è stato vietato di avvicinare la donna.

L'ordinanza di applicazione del divieto di avvicinamento è stata emessa dal gip presso il tribunale ordinario di Cosenza, a seguito di richiesta della locale procura della Repubblica diretta dal dottor Mario Spagnuolo, ed è stata eseguita dal personale della Squadra mobile della questura.

Per mesi l'uomo ha minacciato e molestato la giovane cosentina, facendola precipitare in un stato di ansia e paura, costringendola a cambiare le proprie abitudini di vita, al punto da indurla a limitare le proprie uscite al fine di evitare di incontrare lo stalker.

Oltre ai tanti messaggi offensivi e ai pedinamenti, la donna è stata aggredita fisicamente dal 33enne, afferrata per i capelli e fatta oggetto di sputi in viso. Le violenze le hanno provocato vistosi ematomi sul volto e sul collo, il tutto per motivi di morbosa gelosia che l'uomo aveva nei confronti della donna, da lui considerata una “cosa di sua proprietà”.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook