Mercoledì, 23 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
NEL COSENTINO

Strage di contrada Cutura a Rende, i Pm archiviano l'inchiesta

di

Una strage compiuta senza ragioni. Figlia del “male oscuro” - così chiamava Indro Montanelli la depressione - che avvinghiava da qualche tempo un cinquantasettenne commerciante dall'aria mite, i modi garbati e una vita normale.

Mesi d'indagini non sono riusciti a chiarire la causa scatenante del delirio pluriomicida d'un uomo che la notte del 12 febbraio dello scorso anno ha sterminato la sua famiglia e s'è tolto la vita, in contrada Cutura a Rende.

Il magistrato titolare dell'inchiesta, Domenico Frascino e il procuratore Mario Spagnuolo hanno archiviato il fascicolo senza riuscire a sciogliere in via definitiva il dubbio.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Cosenza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook