Martedì, 15 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
IL PROGRAMMA

Cosenza attende gli alpini, in 5mila in città per il primo raduno calabrese

Cosenza attende gli alpini per il primo raduno ufficiale in assoluto in Calabria. Saranno oltre cinquemila le penne nere che arriveranno in città da ogni parte del Paese per il raduno del IV Raggruppamento del Centro Sud-Isole in programma domani, sabato 28 settembre e domenica 29 settembre, in coincidenza con il centenario dell'Associazione Nazionale degli Alpini.

A promuoverlo, la sezione di Napoli Campania-Calabria dell'Ana che ha scelto Cosenza come sede ospitante. La città dei Bruzi ha superato la concorrenza di altre città per aver dimostrato, durante i numerosi sopralluoghi effettuati dall'Ana, di avere le caratteristiche ideali per ospitare l'importante raduno anche e soprattutto per le eccellenze storiche ed architettoniche, ma anche per le profonde trasformazioni che la città ha conosciuto negli ultimi anni grazie al programma di rigenerazione urbana realizzato dall'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Occhiuto.

Cosenza affiancherà l'Ana nella promozione dei nobili valori e finalità di cui gli alpini sono portatori e che rappresentano un patrimonio di storia, ma anche di altruismo e coesione sociale. Un invito ad esporre le bandiere tricolori, durante lo sfilamento degli alpini, è stato rivolto dall'Ana a tutti i cittadini. Il programma del raduno prevede, nella giornata di domani, sabato 28 settembre, alle ore 9,00, l'apertura dell'annullo postale in Piazza XI Settembre e degli stand nelle altre aree interessate al raduno.

Alle ore 10,00, prevista la cerimonia dell'alzabandiera e la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti in Piazza della Vittoria. Per l'occasione, l'inno nazionale sarà eseguito dalla Fanfara “Abruzzi” accompagnata dai cori dei bambini delle scuole della città. Alle ore 11,00, al ridotto del Teatro Rendano, in programma il saluto del sindaco Mario Occhiuto al presidente dell'Ana Sebastiano Favero, ai consiglieri nazionali e ai presidenti di sezione.

Seguirà l'incontro degli alpini e delle autorità con le scuole della città di Cosenza. Alle ore 18,00, prevista la Messa Solenne in Cattedrale celebrata dall'Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, monsignor Francescantonio Nolè, e nel corso della quale sarà donata al presule, dalla sezione Ana di Vercelli, una reliquia del Beato Alpino, don Secondo Pollo. La giornata di sabato 28 settembre sarà conclusa dalla serata di cori alpini al Teatro Rendano, con inizio alle ore 21,00. Si esibiranno il coro alpino “Tridentina” e quello “Ana Roma”.

Il clou del raduno degli alpini a Cosenza è previsto per domenica 29 settembre. Questo nel dettaglio il programma: alle ore 10,00  l'ammassamento sul Ponte di Calatrava. Alle ore 10,30 saranno resi gli onori al Labaro nazionale Ana e ai gonfaloni di Regione, Provincia e Comune di Cosenza. Alle ore 11,00 avrà inizio lo sfilamento degli alpini per le vie della città. Le penne nere transiteranno per via Bari,via Paul Harris, Corso Mazzini, Piazza Bilotti e via Caloprese con scioglimento in Piazza Loreto.

Al termine dello sfilamento, in Piazza Bilotti si terrà  la cerimonia del passaggio della stecca alla sezione di Firenze dell'Ana, dal sindaco Mario Occhiuto al Sindaco di Assisi, Stefania Proietti, in quanto la successiva edizione del raduno degli alpini sarà in programma proprio nella città umbra che dipende dalla sezione fiorentina.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook