Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INIZIATIVA

Salvarono la vita a un cittadino di Saracena, il comune li ringrazia con una targa

«Un gesto di eroismo competente che ha permesso di salvare una vita umana. A questi cittadini non solo dobbiamo dire grazie per aver messo in atto le competenze acquisite per l'uso dei defibrillatori ma perchè con il loro gesto ci ricordano quanto sia importante, all'interno di una comunità, il sostegno e l'aiuto reciproco soprattutto nei momenti di bisogno. Essersi spesi per salvare una vita umana è il gesto più nobile che si possa compiere nella vita e che nessuna targa o premio potrà mai riconoscerne appieno il valore. Ma sentivamo, come amministrazione comunale, di dovervi tributare un piccolo e sentito riconoscimento per quello che avete compiuto».

Il sindaco Renzo Russo, commosso e grato, ha così salutato i cittadini Biagio Di Leone, Salvatore Salvati, Adriano Cirigliano, Cosimo Pugliese, Vanessa Heigemeir e Andreas Moschkau ai quali l'amministrazione comunale di Saracena ha voluto consegnare una targa di ringraziamento per il gesto salvavita compiuto lo scorso 2 agosto.

In occasione di una cerimonia funebre per un grave lutto che colpito la comunità di Saracena un cittadino ha accusato un malore, poi degenerato in un arresto cardiocircolatorio, che ha messo a rischio la sua vita se qualcuno non fosse intervenuto nell'immediato a soccorrerlo. Troppo lontano l'ospedale di Castrovillari per evitare il peggio. Così senza pensarci troppo i 6 cittadini di Saracena  hanno raggiunto il più vicino strumento salvavita della rete "Saracena Comune Cardioprotetto" e hanno compiuto le manovre giuste per scongiurare il peggio.

Un intervento provvidenziale che ha permesso di salvare la vita all'uomo in arresto cardiaco e di assicurarlo alle cure mediche del caso una volta giunti sul posto i sanitari del 118 del vicino ospedale.

Il comune guidato dal sindaco Renzo Russo ha creduto da subito nel progetto di dotare Saracena di defibrillatori nei punti nevralgici della vita cittadina, ma nessuno avrebbe mai pensato che così presto la strategia di realizzare una rete di cardioprotezione e cittadini volontari formati all'uso dello strumento salvavita potesse essere applicata nella vita reale. L'esecutivo Russo ha intenzione di promuovere nuovi corsi di formazione BLSD - ha annunciato il sindaco nel corso della semplice ma significativa cerimonia di ringraziamento per i cittadini eroi - «perché riteniamo fondamentale istruire il maggior numero di persone possibile al supporto alle funzioni vitali e all’uso del defibrillatore».

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook