Domenica, 17 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Omicidio Presta a Cosenza, una messinscena per celare un delitto premeditato
LA RICOSTRUZIONE

Omicidio Presta a Cosenza, una messinscena per celare un delitto premeditato

di
cosenza, omicidio presta, Angelo Presta, Salvatore Presta, Cosenza, Calabria, Cronaca
Angelo Presta e Salvatore Presta

Omicidio premeditato. Salvatore Presta, 36 anni, l'otto aprile dello scorso anno uccise lo zio con cinque colpi di pistola. Usò una calibro nove per ventuno per chiudere i conti con il congiunto, Angelo Presta, 55 anni, con il quale aveva concordato un appuntamento.

Tra zio e nipote i rapporti erano tesi per via della gestione della ditta “Presta Legnami”: i due avevano modi diversi di vedere le cose e le incomprensioni avevano finito con il compromettere la iniziale capacità di dialogo.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza. 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook