Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il virus minaccia gli ospedali nel Cosentino ma inizia la sperimentazione
CORONAVIRUS

Il virus minaccia gli ospedali nel Cosentino ma inizia la sperimentazione

di
coronavirus, farmaco, ospedali, Antonio Mastroianni, Eugenio Corcioni, Cosenza, Calabria, Cronaca
Ospedale Annunziata di Cosenza

Il filo spinato della paura circonda gli ospedali di una Calabria che si ritrova nuda davanti al nemico. Nuda come i suoi operatori, medici, infermieri e oss chiedono mascherine, guanti e camici per resistere al virus che comincia mangiarsi le vite. Carenze che fanno straripare polemiche nel momento più difficile dell'epidemia. Proprio ieri la Calabria ha pianto la sua prima vittima un sessantacinquenne del Reggino. L'intersindacale dei dirigenti medici veterinari e delle professioni sanitarie calabrese ha rilanciato la denuncia del presidente dell'ordine di Cosenza, Eugenio Corcioni.

Intanto, però, dal reparto di Malattie infettive arrivano segnali positivi nella lotta al virus. L'équipe del dottor Antonio Mastroianni è entrata in rete nella sperimentazione già avviata in Cina e che in Italia vede l'ospedale “Cotugno” di Napoli come capofila. Si tratta di una terapia a base di Tocilizumab, un farmaco prodotto dalla Roche. Viene usato nel trattamento dell'artrite reumatoide ed è un medicinale di elezione nel trattamento della sindrome da rilascio citochimica dopo trattamento con le cellule Car-T (Chimeric Antigen Receptor T-cell ). Qui sono già in cura i due pazienti in terapia intensiva e altri sei in reparto. Il ciclo terapeutico, però, non è quello previsto dal protocollo sperimentale che prevede la somministrazione solo per via endovenosa.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Cosenza

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook