Sabato, 31 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza si prepara alla Fase 2: controlli capillari nelle attività commerciali food
L'EMERGENZA

Cosenza si prepara alla Fase 2: controlli capillari nelle attività commerciali food

L'amministrazione di Palazzo dei Bruzi è pronta ad avviare la cosiddetta Fase 2 per la graduale ripartenza dell'economia locale, bloccata dall'emergenza coronavirus. A tal proposito interviene l'assessore al ramo, Loredana Pastore, che puntualizza alcuni passaggi. «Il Comune - esordisce - continuerà a fare la sua parte, come ha fatto sin dal primo momento dell'emergenza, ma perché la Fase 2 venga avviata contenendo al massimo le difficoltà è importante la collaborazione di tutti, così come sarà importante avviare proficue sinergie con la Regione Calabria». La collaboratrice del sindaco, Mario Occhiuto, delegata alla Attività economiche e produttive, precisa ancora: «Già dalla fase iniziale dell'emergenza abbiamo fronteggiato la situazione ponendo in essere tutta una serie di iniziative e attività finalizzate al contenimento della diffusione della epidemia. In questa direzione abbiamo garantito, lavorando in stretta collaborazione con il corpo dei vigili urbani, controlli capillari nelle attività commerciali food, affinché fossero seguite tutte le disposizioni governative. Abbiamo poi pubblicato un avviso per limitare al massimo gli spostamenti dei cittadini, indirizzando un invito ai commercianti autorizzati dalle disposizioni governative a proseguire la loro attività, affinché effettuassero le consegne a domicilio dei beni di prima necessità".

"Nel contempo, la Giunta presieduta dal sindaco Mario Occhiuto, ha, con la deliberazione n. 30 del 1. aprile scorso, deciso di sospendere i termini di pagamento dei tributi comunali. L'assessorato alle attività economiche e produttive, tra l'altro - spiega ancora l'assessore - è costantemente in contatto con l'Asp per le attività di supporto e di informazione ai ristoratori per le consegne a domicilio. Ora stiamo pensando alla cosiddetta Fase 2 per la quale abbiamo chiamato a raccolta le associazioni di categoria per l'istituzione di un tavolo operativo e consultivo, perché, mai come in questo momento, bisogna essere uniti e lavorare tutti insieme per la ripresa. Ogni contributo di idee diventa, quindi, necessario ed importante".

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Cosenza

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook