Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Donna bulgara uccisa a Belvedere, i Ris di Messina cercano tracce dell'assassino
COSENZA

Donna bulgara uccisa a Belvedere, i Ris di Messina cercano tracce dell'assassino

di

Ore e ore in quella casa per passare al luminol ogni traccia. I Ris di Messina, ieri mattina, hanno fatto nuovamente visita nell'appartamento in cui domenica scorsa è stata trovata morta Aneliya Dimova, 55enne bulgara che da oltre vent'anni viveva a Belvedere Marittimo.

Anni di sacrifici lavorando come badante per famiglie del luogo e assistendo anziani. Qualche anno fa, poi, aveva deciso di fare il grande passo: sposò un medico di Belvedere di cui si era presa cura fino alla sua morte. Aneliya, quindi, era rimasta vedova da un po' e abitava in quella casa che l'anziano medico di cui le aveva lasciato l'usufrutto. Quella casa, nel centro storico, dove poi domenica è stata trovata senza vita sul letto con il cranio fracassato.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di ...

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook