Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Roseto Capo Spulico, chiede la restituzione dei soldi con minacce e pestaggi: arrestato
COSENZA

Roseto Capo Spulico, chiede la restituzione dei soldi con minacce e pestaggi: arrestato

I carabinieri di Corigliano Calabro hanno arrestato un 48enne per i reati di tentata estorsione e lesioni personali aggravati. La vicenda è venuta a conoscenza dei carabinieri di Roseto Capo Spulico a fine settembre, quando la vittima ha subito un violento pestaggio ad opera dell’odierno arrestato, tanto da farlo andare in ospedale, dove gli venivano riscontrate traumi e contusioni con una prognosi di 20 giorni.

A seguito di ciò i militari hanno iniziato una meticolosa attività investigativa per ricostruire la vicenda, appurando che il 48enne vantava un credito di 500 euro verso la vittima, riconducibile all’anno prima e dal momento che quest’ultima non era riuscita ancora a saldarlo. L’indagato l’aveva dapprima minacciato di spacciare cocaina per suo conto, circostanza assolutamente rifiutata e quindi era passato alle vie di fatto.

In un primo momento aveva requisito l’autovettura a garanzia del credito vantato, quindi, qualche giorno dopo, al culmine di un acceso diverbio, l’aveva colpito con pugni e calci, tanto da farlo cadere a terra e sbattere la testa.  A seguito del furioso pestaggio si è reso necessario l'intervento dei sanitari che trasportavano il ferito al pronto soccorso di Cosenza dove gli sono stati refertati traumi e contusioni in varie parti del corpo con una prognosi di 20 giorni.

A supporto di quanto già ricostruito, i carabinieri hanno acquisito delle immagini di videosorveglianza, oltre a delle testimonianze, che confermavano l’evoluzione dei fatti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook