Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, bimbo morto dopo il parto all'Annunziata, la ricerca della verità passa dall'autopsia
SANITÀ

Cosenza, bimbo morto dopo il parto all'Annunziata, la ricerca della verità passa dall'autopsia

autopsia, cosenza, ospedale, Cosenza, Calabria, Cronaca
Ospedale Annunziata di Cosenza

La ricerca della verità sulla morte in ospedale del piccolo Raffaele passa dalla cruna dell'autopsia che è stata eseguita mercoledì sera dal professor Berardo Cavalcanti e dall'anatomopatologo Vannio Vercillo. Serviranno almeno tre mesi per definire la trama di questa tragica storia. In queste ore, però, il pm Domenico Frascino continua a scavare nelle carte e nella documentazione sanitaria acquisita nella speranza di trovare utili elementi per la sua indagine.

La famiglia, attraverso gli avvocati Cristina e Giorgio Pisani aveva chiesto il sequestro della salma del piccolo per l'autopsia. E l'intervento dell'autorità giudiziaria ha bloccato l'esame necroscopico già disposto dall'Azienda ospedaliera per la sua indagine interna. L'ipotesi di reato per la quale si procede è quella di omicidio colposo. Naturalmente, si tratta d'una imputazione ancora tutta da verificare contro ignoti. Una vicenda ingarbugliata cominciata nella notte tra venerdì e sabato quando la giovane mamma ha dato alla luce il piccolo Raffaele nel reparto di Ginecologia dell'“Annunziata”.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook