Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, boss ergastolano confessa un duplice omicidio dopo 34 anni
TRIBUNALE

Cosenza, boss ergastolano confessa un duplice omicidio dopo 34 anni

di
'ndrangheta, Francesco Lenti, Gianfranco Ruà, Marcello Gigliotti, Cosenza, Calabria, Cronaca
Tribunale di Catanzaro

Un silenzio durato 34 anni. Rotto da Gianfranco Ruà, personaggio storico della 'ndrangheta dell'Alta Calabria, per ammettere le proprie responsabilità in ordine a un duplice omicidio compiuto nel lontano 1986.

Un'ammissione di colpa compiuta davanti alla Corte di assise di appello di Catanzaro (presidente Cosentino) che riscrive la storia della uccisione di Marcello Gigliotti, azionista senza scrupoli della criminalità cosentina e aspirante terrorista neofascista e del suo più fedele amico, Francesco Lenti, orrendamente decapitato con un'ascia dopo un drammatico interrogatorio.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione Calabria. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook