Mercoledì, 24 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caloveto, posta aperta solo tre giorni
PROTESTA

Caloveto, posta aperta solo tre giorni

di
Il sindaco, in fascia tricolore, ha espresso solidarietà e vicinanza alla popolazione davanti alla sede dell’ufficio postale contro il provvedimento di Poste Italiane
caloveto, protesta, ufficio postale chiuso, Domenico Bevacqua, Isabella Ibno, Stefano Graziano, Umberto Mazza, Cosenza, Cronaca
La protesta davanti all'ufficio postale di Caloveto

Il sindaco di Caloveto, Umberto Mazza, è veramente imbufalito con Poste Italiane , a cui si è ormai rivolto da diversi mesi , senza riuscire ad ottenere dei risultati positivi. Con un gesto simbolico e provocatorio in fascia tricolore, ha espresso solidarietà e vicinanza alla popolazione davanti alla sede dell’ufficio postale contro il provvedimento con cui poste Italiane ha ridotto a soli tre giorni alla settimana (martedi , giovedi e sabato) l'apertura al pubblico in regime del covid-19 . «Tre giorni non sono sufficienti specie nei momenti di punta quali il pagamento delle pensioni , che provocano forti attese con file all'aperto anche di un paio di ore . Finché il tempo l’ha permesso , tutto è filato liscio , ma con le piogge e il freddo non è più pensabile ad attendere il proprio turno restando in piedi cosi tanto tempo» . Questo in sintesi , il pensiero di tanti residenti che sottolineano come il servizio offerto dalla locale posta è inadeguato constatato che la popolazione è composta per lo più da anziani che hanno difficoltà a spostarsi altrove . «Code infinite di utenti di svariate età anagrafiche che stazionano al freddo e attendono il proprio turno e che potrebbero creare forme di assembramenti , potenziali veicoli di propagazione del virus sia per cittadini sia per il personale che opera all’interno – afferma il primo cittadino Calovetese – la nostra richiesta è quella di rivedere le limitate aperture settimanali , auspicando un ritorno alla normale apertura giornaliera del nostro ufficio postale». La battaglia si annuncia dura , ma la popolazione si dice pronta. La partita non è semplice, ma non molla  Intanto, è iniziata una raccolta firma per una petizione diretta a poste Italiane. All’incontro svolto alla presenza del consigliere regionale Domenico Bevacqua, hanno preso parte il sindaco di Paludi Stefano Graziano e l’assessore del comune di Longobucco Isabella Ibno (in raprresentanza della frazione Destro ) per lo stesso problema .

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook