Venerdì, 21 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corigliano Rossano, i carabinieri salvano la vita a un uomo
LIETO FINE

Corigliano Rossano, i carabinieri salvano la vita a un uomo

di
L'uomo ha chiamato i sanitari per chiedere aiuto perché colpito da aneurisma e si è interrotta la comunicazione. Individuato grazie al numero di cellulare
aneurisma, carabinieri, salvano la vita, Cesare Calascibetta, Cosenza, Cronaca
Una pattuglia dei carabinieri in servizio a Corigliano Rossano

La figura del carabiniere esprime la sua essenza nella sua qualità di protettrice e promotrice dei valori umani, radicati nel cuore della nostra società, anche nel comune di Corigliano Rossano. Li vediamo spesso come personaggi eroici nelle fiction, ma succede che, a volte, le loro azioni travalicano anche il confine tra realtà e finzione. Spesso lontani dalla tentazione di clamore e protagonismo, la loro umanità va oltre il dovere. I carabinieri della compagnia di Corigliano Rossano, al comando del capitano Cesare Calascibetta, hanno dato prova di non rappresentare solo un’anonima divisa, ma di essere persone con una spiccata umanità. Nel corso della notte tra giovedì e venerdì passati, le loro azioni hanno permesso di salvare la vita a un uomo colpito da aneurisma.

La vicenda

Tutto è iniziato da una drammatica telefonata arrivata ai sanitari del 118. Ad allertarli un cosentino, che si trovava nell’area ausonica del comune unico per trascorrere qualche giorno, in vista delle festività natalizie, nella sua seconda casa. L’uomo, nel mentre raccontava ai medici d’urgenza di essere preda di un improvviso malore, troncava d’improvviso la comunicazione, senza essere riuscito, però, a fornire dettagli in merito all’indirizzo dove si trovava. Per i medici era, dunque, impossibile poter intervenire e, per tale ragione, hanno pensato bene di segnalare l’accaduto a Calascibetta e ai suoi uomini. La richiesta del 118 è stata raccolta dalla centrale operativa, che con il supporto di tutti i colleghi della locale caserma, si sono attivati con grande prontezza.

Le indagini

Da una serie di accertamenti nella loro banca dati, avendo come riferimento il solo numero di cellulare dal quale l’uomo aveva effettuato la richiesta di soccorso presso i sanitari, il tutto però reso più difficoltoso dalla circostanza che l’uomo è residente nel comune bruzio, sono riusciti a individuare, in tempi fortunatamente stretti, il domicilio presso cui si trovava. Dalla caserma sono partite le pattuglie verso l’abitazione individuata. Qui, insieme con i sanitari e i vigili del fuoco intervenuti che hanno sfondato la porta, hanno rinvenuto il soggetto a terra privo di sensi. Trasportato d’urgenza presso il nosocomio dell’ Annunziata a Cosenza, vista la gravità della situazione, è stato sottoposto a intervento chirurgico per un aneurisma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook