Giovedì, 13 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trebisacce, Consorzio di Bonifica. Sindacati in piazza al fianco dei lavoratori
LA PROTESTA

Trebisacce, Consorzio di Bonifica. Sindacati in piazza al fianco dei lavoratori

di
L'appuntamento è per domani mattina alle 08:00 in via XXV Aprile all'ingresso lato nord dell'abitato cittadino

Consorzio di bonifica, tutti in piazza a Trebisacce. I sindacati scendono in strada al fianco dei lavoratori. L'appuntamento è per domani mattina alle 08:00 in via XXV Aprile all'ingresso lato nord dell'abitato cittadino. E non finirà qui.

Infatti la triplice informa che se l'evento odierno non dovesse sortire gli esiti attesi ed auspicati dai manifestanti, il sindacato, insieme alla totalità dei lavoratori e alle loro famiglie, non scioglieranno il presidio statico che diverrà permanente, ovvero fino a quando non ci saranno riscontri concreti e tangibili che dovranno essere invece assolutamente immediati e improcrastinabili.

Dopo il sit-in dei giorni scorsi davanti la sede dell’Ente e nessuna risposta esaudiente da parte del Presidente Marsio Blaiotta, i lavoratori e Flai-Cgil, Fai-Cisl e Filbi-Uil hanno deciso di far sentire forte la propria voce di protesta, informando tutte le autorità istituzionali, il Prefetto, il Commissariato di Polizia, la dirigenza dell’Ente Consortile l’Assessore Regionale all’Agricoltura Gallo, i sindaci di Cassano Papasso, Stasi di Corigliano Rossano e Mundo di Trebisacce, nonché presidenti dell’Urbi e dell’Ambi e tutte le Confederazioni Agricole interessate al destino dell’Ente Consortile di Trebisacce.

"La protesta del Sindacato e dei lavoratori del Consorzio, scaturisce dalle risultanze di mesi di protesta e dall’epilogo della riunione tra le Rsa e le Organizzazioni sindacali, nella quale è emersa chiaramente la gestione fallimentare dell’Ente e la precarietà finanziaria che, a causa della cattiva gestione amministrativa, non riesce a garantire ai propri prestatori d’opera nè i salari pregressi, nè quelli futuri, nè tantomeno il Tfr ed i prestiti non pagati ed i mancati contributi, la qual cosa aggrava ancora di più le condizioni dei lavoratori".

"Alla luce dei fatti e delle difficili condizioni finanziarie venutesi a creare anche a causa di scelte politiche poco condivisibili da parte della dirigenza dell’Ente, la Triplice che opera in stretto contatto con le rappresentanze sindacali di categoria, ha perciò poca fiducia nel futuro dell’Ente e auspicano un deciso cambio di rotta. La manifestazione sindacale infetta da Flai-Cgil, Fai Cisl e Filbi-Uil – è perciò indirizzata contro il Consorzio di Bonifica che non ha saputo garantire il salario e la dignità ai lavoratori e alle loro famiglie rischiando così di affossare l’intero comparto agricolo"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook