Martedì, 26 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scalea, furto in chiesa: rubate le offerte dei fedeli
GESTO VILE

Scalea, furto in chiesa: rubate le offerte dei fedeli

Sull'accaduto stanno indagando i carabinieri della Compagnia per risalire ai malviventi che hanno commesso il reato
chiesa, furto, scalea, Andrea Massari, Giacomo Benvenuto, Giacomo Perrotta, Cosenza, Cronaca
La chiesa di San Nicola in Plateis di Scalea

Un gesto vile che lascia esterrefatti perché avvenuto in un luogo dove risiedono i valori della carità e della fratellanza. Nella notte tra domenica e lunedì, qualcuno si è introdotto nella Chiesa di San Nicola in Plateis di Scalea e ha portato via il denaro contenuto nella cassetta delle offerte. Ieri mattina, quando si è avvicinato al sagrato della Chiesa, il parroco don Giacomo Benvenuto non poteva credere a quello che si mostrava davanti ai suoi occhi: il portone d’ingresso era stato forzato. Il sacerdote ha, quindi, subito capito che c’era qualcosa di strano e ha avvisato immediatamente i carabinieri della Compagnia di Scalea. I militari, guidati dal capitano Andrea Massari, si sono recati sul posto e hanno constatato assieme al parroco che effettivamente c’era stato un furto. La cassetta di legno che conteneva le offerte dei fedeli era stata spostata. Da una prima verifica sarebbero state rubate alcune centinaia di euro, che erano appunto state raccolte nel corso delle celebrazioni eucaristiche durante l’offertorio. Il sacerdote è stato sentito dai carabinieri per cercare di ricostruire quanto accaduto e individuare qualsiasi elemento utile alle indagini. I militari del capitano Massari sono alla ricerca di ogni particolare che possa far risalire all’identità del ladro.

Intanto, l’amministrazione comunale di Scalea ha espresso «solidarietà al parroco  don Giacomo Benvenuto per il vile gesto perpetrato all’interno della Chiesa di San Nicola in Plateis. È incomprensibile - ha affermato il sindaco Giacomo Perrotta sulla pagina Facebook del Comune - e inaccettabile un tale atto. La comunità di Scalea e le parrocchie, in particolare, hanno sempre offerto sostegno a quanti hanno manifestato necessità e dimostrato la capacità di essere solidale con i bisognosi che hanno la dignità è l’umiltà di saper chiedere aiuto. La violenza e l’arroganza di un gesto che ha violato la chiesa di San Nicola, di chi pensa di potersi appropriare con la forza di qualcosa che non gli appartiene trova e troverà sempre nell’amministrazione ferma condanna. Auspico - ha concluso Perrotta - una risolutiva azione delle forze dell’ordine per individuare i responsabili di questo gesto». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook