Mercoledì, 24 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cesareo interdetto dall'Asp di Cosenza, periti al lavoro su pc e materiale sequestrato

Cesareo interdetto dall'Asp di Cosenza, periti al lavoro su pc e materiale sequestrato

di
cetraro, inchiesta, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, Giuseppe Maio, Nicola Lucieri, Valerio Cesareo, Vincenzo Cesareo, Cosenza, Cronaca
L'ospedale di Cetraro

Proseguono a ritmo serrato le indagini sull’inchiesta che ha coinvolto l’ormai ex direttore sanitario dello spoke Paola-Cetraro, Vincenzo Cesareo, e altre cinque persone. I consulenti nominati dalla Procura sono al lavoro su tutti i dispositivi informatici che sono stati sequestrati a Cesareo, ma anche agli altri indagati. Si tratta di pc e cellulari in uso al figlio Valerio Cesareo, 32 anni; al nipote Nicola Lucieri, 39 anni di Cetraro, e a Giuseppe Maio, 53 anni di Belvedere Marittimo. I tre rispondono, in concorso con l’ex direttore sanitario, di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente in concorso per quanto riguarda un Avviso pubblico per l’assunzione di 20 operatori tecnici e operai addetti al servizio pulizie e igiene dell’Asp (delibera dello scorso 16 aprile).

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook