Sabato, 06 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trebisacce, falsi dipendenti Enel tentano di rubare nella casa di due anziani
BRUTTA AVVENTURA

Trebisacce, falsi dipendenti Enel tentano di rubare nella casa di due anziani

di
I malviventi, sentendo che i due anziani avrebbero chiamato il figlio per farli parlare con loro, hanno deciso di fuggire senza refurtiva
tentato furto, trebisacce, Cosenza, Cronaca
A Trebisacce una coppia ha tentato di rubare in un appartamento dove vivono due anziani

Si fingono dipendenti dell'Enel ed entrano nella casa di due anziani signori. Ma i nonnetti, avendo capito l'inciucio, riescono a sventare il furto nella propria abitazione. Da quello che si è appreso, un uomo ed una donna di mezza età, all'imbrunire, si sono presentati sull'uscio di uno stabile dove vive la coppia di pensionati insieme al figlio, al momento però non in casa. I due compari avrebbero riferito di essere tecnici della Società nazionale di energia elettrica e di avere necessità di parlare con i titolari dell'utenza domestica per delle delucidazioni e chiarimenti. L'uomo a quanto pare è entrato dapprima nella sala d'ingresso e poi, approfittando dell'età dei padroni di casa, ha iniziato a rovistare nei cassetti. Ma l'anziana coppia, seppur visibilmente impaurita, grazie a Dio, non ha perso la lucidità e sentendosi braccati nella propria dimora, hanno riferito allo sgradito ospite che avrebbero chiamato immediatamente il figlio per farli parlare con loro. Udito questo messaggio il malfattore, verosimilmente senza riuscire a portare via alcunché, ha deciso di scappare unitamente alla complice che l'aspettava davanti al portone. Riuscendo a fuggire senza essere visti o notato da qualcuno, ma con in mano per fortuna, un pugno di mosche. Al ritorno a casa, in fretta e furia, il figlio dei due anziani ha trovato armadi e cassetti aperti e visibilmente rovistati, ma sembra che non sia stato trafugato nulla. A tutela di tutti gli anziani e delle persone sole, dopo essersi sincerato sulla salute di mamma e papà , ha voluto denunciare la cosa, invitando tutti a stare attenti. Peraltro è da rimarcare che Enel, come del resto tanti altri gestori di luce, telefono e gas, ha più volte comunicato che non ha personale addetto a "visite" o vendite o controlli casalinghi se non su richiesta degli utenti stessi a causa di guasto o disservizi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook