Mercoledì, 24 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tirreno cosentino tra schiume, olio e rifiuti: aperto il dibattito per salvare il "mare nostrum"
PROTESTA "SOCIAL"

Tirreno cosentino tra schiume, olio e rifiuti: aperto il dibattito per salvare il "mare nostrum"

di
Su 21 comuni sono 20 gli aderenti all'iniziativa organizzata da “Mare Pulito – Salviamo il Tirreno cosentino”, in programma il 26 febbraio con inizio alle 18. Manca al momento solo Praia a Mare

Un dibattito aperto per salvare il mare "nostrum". L’incontro pubblico metterà a confronto tutti i sindaci della costa tirrenica che hanno aderito all’iniziativa, per comprendere le responsabilità e gli errori commessi nella gestione delle acque. Il fine è avviare un progetto condiviso, così da salvaguardare la salute del mare.

Su 21 comuni sono 20 gli aderenti all'iniziativa organizzata da “Mare Pulito – Salviamo il Tirreno cosentino”, in programma il 26 febbraio con inizio alle 18. Manca al momento solo Praia a Mare.
«Schiume brune, chiazze d’olio e rifiuti solidi che galleggiano tra le onde, queste le immagini che hanno sostituito già da tempo, almeno sulle home di Instagram e Facebook, quelle da cartolina, con il mare cristallino, tipiche della costa calabrese. Ed è proprio dal mondo dei social, che ha preso vita la protesta spontanea di un nutrito gruppo di cittadini che, stufi di passare l’estate a guardare un mare sporco oltre il limite dell’indecenza, ha preteso a gran voce un incontro pubblico tra tutti i sindaci della costa Tirrenica».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook