Domenica, 09 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ricreazione forzata. A Cosenza scuola preoccupata per il tempo perso
TIMORI E RITARDI

Ricreazione forzata. A Cosenza scuola preoccupata per il tempo perso

di
A rischio le pensioni e gli organici
cosenza, scuola, pino assalone, Cosenza, Cronaca
L'ufficio scolastico provinciale di Cosenza

Scuola in lista d’attesa. Per i vaccini, per gli iter pensionistici, per la definizione degli organici. È una primavera di timori e ritardi per l’universo formativo cosentino, ferito dall’inchiesta “Diacono” della procura di Vibo Valentia che ha messo fuori gioco i vertici dell’Ufficio scolastico provinciale oltre che di quello regionale. In queste condizioni non c’è nessuno che possa firmare nemmeno i provvedimenti più semplici ma vitali per la vita quotidiana della scuola cosentina. A esempio i decreti per dare corso a sentenze. Così come i decreti pensionistici da inviare all’Inps.

Lo stigmatizza il segretario provinciale della Flc-Cgil Pino Assalone: «Ci chiediamo cosa aspetta la dottoressa Boda (la dirigente ministeriale provvisoriamente alla guida dell’Ufficio scolastico regionale, ndc) risolvere questo delicatissimo problema che potrebbe costituire un ritardo nella elaborazione delle pratiche pensionistiche da parte dell’Inps con ricadute sul futuro di chi andrà in pensione dal settembre». Perché dal 31 agosto non avranno più diritto allo stipendio tradizionale, epperò se l’iter non andrà avanti, dal primo settembre potrebbero non avere diritto nemmeno alla pensione. C’è un’altra scadenza che preoccupa i sindacati, oltre che docenti e personale Ata: la definizione degli organici di ogni ordine e grado, passo fondamentale per i trasferimenti sia comunali che provinciali e interprovinciali, così come per le immissioni in ruolo, l’individuazione dei soprannumerari, la costituzione delle cattedre esterne e la richieste da parte delle scuole superiori dei nuovi indirizzi scolastici. «Non trascurabili sono le necessità degli alunni diversamente abili per l’assegnazione delle ore relativamente al rapporto uno a uno», aggiunge Assalone, sempre nella sua richiesta di sbloccare lo stallo di Palazzo Lecce.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook