Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bulgara morta a Belvedere, giudizio immediato per il presunto omicida
LA DECISIONE

Bulgara morta a Belvedere, giudizio immediato per il presunto omicida

di
La donna è stata trovata seminuda e aveva una profonda ferita alla testa
belvedere marittimo, giudizio immediato, presunto omicida, Aneliya Dimova, Giuseppe Andrea Renda, Cosenza, Cronaca
Il tribunale di Paola

Il Gip del Tribunale di Paola, Maria Grazia Elia ha disposto il giudizio immediato per Giuseppe Andrea Renda accusato dell’omicidio di Aneliya Dimova, la 55enne bulgara trovata morta lo scorso 30 agosto nella sua casa di Belvedere Marittimo. La prima udienza si terrà davanti alla Corte di Assise di Cosenza il prossimo 3 maggio. Il 32enne, difeso dall’avvocato Alberto Grimaldi, deve rispondere di omicidio aggravato da futili motivi. Il Giudice per le indagini preliminari, accogliendo la richiesta sostituto procuratore Rossana Esposito, ha quindi mandato direttamente a processo il giovane. Il figlio della Dimova si costituirà parte civile e sarà assistito dall’avvocato Eugenio Greco del Foro di Paola. La scorsa estate l’Alto Tirreno cosentino è rimasto scosso da quell’omicidio così efferato e violento. La 55enne bulgara è stata trovata sul letto seminuda e con una profonda ferita in testa.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook