Martedì, 18 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, la denatalità entra in classe: studenti in calo
SCUOLA

Cosenza, la denatalità entra in classe: studenti in calo

di
Emergono dati poco incoraggianti per il prossimo anno. È il Reggino la provincia più colpita, a seguire il Cosentino

La scuola che verrà. Emergono le prime cifre relative al prossimo anno scolastico, con numero di studenti e posti per i docenti. I primi sono in generale e preoccupante calo, a conferma che facciamo meno figli, per varie ragioni, e questo si ripercuote anche nelle classi che diventano sempre meno affollate. Può apparire un bene di questi tempi, considerata l’emergenza Covid, perché può contribuire a garantire il distanziamento, ma le conseguenze negative sono a catena, anzitutto per quanto riguarda l’impegno dei prof. A leggere i dati in possesso dell’Ufficio scolastico regionale, sono le scuole della provincia di Reggio a essere le più colpite dalle conseguenze della scarsa natalità. A partire da settembre nella provincia reggina si calcola un calo di studenti di poco inferiore alle 2mila unità: 1.822, per essere precisi. A seguire Cosenza con -1.571 alunni. Quindi, ma molto staccate, in ordine di diminuzione, Crotone, Catanzaro e Vibo Valentia. Emerge una leggera contrazione dei posti destinati agli Insegnanti tecnico pratici (Itp) da distribuire nelle varie province e poi nelle scuole che accolgono questo particolare tipo di insegnanti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook