Domenica, 25 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calabria, forestazione in crisi. Sabato sit-in dei sindacati anche a Cosenza
LA MOBILITAZIONE

Calabria, forestazione in crisi. Sabato sit-in dei sindacati anche a Cosenza

Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil lanciano l'allarme rispetto ad un settore sempre più marginale. Indetta una mobilitazione davanti alle Prefetture di Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria

"La profonda crisi, soprattutto organizzativa e finanziaria, nella quale è precipitata la forestazione calabrese, ha raggiunto il suo apice, provocando danni ai lavoratori e mettendo in discussione la sopravvivenza stessa del comparto. Dopo mesi di confronto serrato, ma responsabile, con i rappresentanti della Regione Calabria, le Federazioni Regionali Fai, Flai e Uila, di fronte alla staticità della Giunta regionale e degli Enti datoriali, hanno indetto una prima mobilitazione per sabato 24 aprile, con un sit-in statico davanti alle Prefetture di Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria, nel rispetto delle norme per il contrasto all’epidemia da Sars-Cov2". E' quanto affermano in una nota i rappresentanti della Flai Cgil -  Silvano Lanciano e Giovambattista Nicoletti, Fai Cisl - Antonio Pisano, Uila Uil -  Antonio de Gregorio. 

"In tale contesto, le Federazioni territoriali e comprensoriali Flai, Fai e Uila della provincia di Cosenza, consapevoli dell’importanza della forestazione  nella lotta al rischio e al  dissesto idrogeologico, agli incendi boschivi, dell’importanza  delle superfici boscate per il contrasto ai cambiamenti climatici e del grande ruolo che riveste la forestazione contro lo spopolamento delle aree rurali, restano  impegnate, più che mai, a salvaguardare il futuro di un comparto che per affrontare le nuove sfide ambientali, urge di un sostanzioso ed immediato ricambio generazionale".

"Nell’intera provincia di Cosenza - proseguono - che ha una superficie boscata pari al 44% dell’intera superficie regionale, residua, ormai, un organico di operai idraulico-forestali sottodimensionato e con una età anagrafica media di 60 anni. Una situazione che inevitabilmente nel volgere di poco tempo, porterà prima alla marginalità delle attività e poi al loro definitivo tracollo. La battaglia di Fai, Flai e Uila, è tesa, da tempo, ad interrompere, a tutti i costi, il circolo vizioso delle responsabilità delle istituzioni politiche, regionali e nazionali, che sono enormi e indiscutibili. Solo così, la forestazione, potrà ritornare a svolgere, in chiave moderna, con gli strumenti finanziari e tecnici idonei, un ruolo di grande rilievo per la messa in sicurezza del territorio e ad assicurare importanti livelli occupazionali. Anche per queste ragioni, Fai, Flai e Uila della provincia di Cosenza, Sabato 24 Aprile, saranno in Piazza XI Settembre, davanti alla Prefettura di Cosenza insieme alle delegazioni dei lavoratori forestali".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook