Venerdì, 23 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corigliano Rossano, organico al minimo: il 118 rischia la chiusura
LA CARENZA

Corigliano Rossano, organico al minimo: il 118 rischia la chiusura

di
Esodo dei sanitari verso le postazioni di guardia medica. Il sindacato chiede l’intervento dei sindaci
118, corigliano-rossano, sanità, Cosenza, Cronaca
Ambulanza 118

Emergono situazioni sempre più critiche dal 118 territoriale su cui nessuno, secondo quanto denunciato dagli stessi sanitari, ha cercato o cerchi di porvi rimedio. Nessuno, a quanto sembra, si renderebbe conto del fatto che la dotazione dei medici del 118 delle postazioni del vasto territorio della Sibaritide si sta assottigliando sempre di più e che presto potrebbe portare alla morte del servizio tra i più indispensabili della sanità.

«Regge ancora – affermano i medici del 118 – ma con grande sacrificio dei medici, infermieri ed autisti, la postazione del Giannettasio dello spoke di Corigliano Rossano che sopperisce alle carenze di medici delle altre postazioni, mentre quella di Cariati risulta quasi completamente sguarnita di medici».

Nonostante il riconoscimento unanime di servizio indispensabile esso continua ad essere tenuto in scarsa considerazione non solo per quanto riguarda l’aspetto giuridico (l’accordo integrativo tra Regione e medici del 118 che operano in regime di convenzione sarebbe fermo al 2006), ma anche per quanto riguarda l’aspetto di sistemazione logistica e dal punto di vista dell’ospitalità.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook