Lunedì, 27 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Villapiana, muore il centauro Pietro Amatulli: stava rientrando da un motoraduno
LUTTO CITTADINO

Villapiana, muore il centauro Pietro Amatulli: stava rientrando da un motoraduno

di

Incidente in moto nella notte, muore centauro di Villapiana. Il sindaco Paolo Montalti, sgomento di fronte a siffatta tragedia, ha proclamato il lutto cittadino. Pietro Amatulli, 54 anni, stimato artigiano e trombettista della locale Banda musicale "Stella Maris" era a bordo della sua due ruote, quando per cause ancora al vaglio degli inquirenti, ha perso il controllo del mezzo, finendo dapprima contro un guardrail di protezione e successivamente è stato scaraventato sul selciato. Il tutto sotto lo sguardo imperterrito di altri colleghi che insieme a lui stavano rientrando da un motoraduno. Che hanno assistito ad una scena agghiacciante.
Il rocambolesco tonfo, si è purtroppo rivelato fatale per il musicista. L'incidente si è verificato a metà strada tra il territorio di Nova Siri, nella confinante Lucania, e quello rocchese.  Sul posto, allertati dagli stessi compagni di viaggio e di avventura, sono giunti immediatamente i carabinieri di stanza alla Stazione cittadina guidata dal comandante Guido Della Sala, aiutato nell'occasione anche dal comandante della Stazione dell'Arma di Corigliano Scalo Antonio Fanelli, i Vigili del Fuoco, e le ambulanze del 118 provenienti dagli ospedali di Trebisacce e Policoro. Ma lo sfortunato uomo è morto sulla strada, senza dar la possibilità ai medici ed infermieri di poterlo salvare. Stava tornando a casa, verosimilmente da un Raduno motociclistico a Pomarico nel materano, dove aveva trascorso la domenica in allegria, in compagnia di tanti amici.

I funerali di Amatulli e il dolore di chi lo conosceva

Sarà don Maurizio Bloise a celebrare le sacre funzioni. La notizia della disgrazia, è giunta ben presto a Villapiana, dove Amatulli era benvoluto e conosciuto da tutti anche per la sua passione per le moto. Era uno dei falegnami più apprezzati, non solo dell'Alto jonio cosentino, ma anche dell' intera Calabria e sud Italia. Infatti produceva delle scale in legno, che distribuiva in tutto il Belpaese. "I maestri e tutta l’Associazione si stringono attorno al dolore della famiglia del caro Pietro Amatulli, nostro valido trombettista da sempre" hanno scritto i responsabili della Banda in cui suonava. Sentimenti di vicinanza alla famiglia, sono stati espressi dal sindaco Paolo Montalti, visibilmente scosso ed addolorato di fronte all'ennesima disgrazia che ha colpito la ridente cittadina turistico- balneare jonica, che continua a pagare, suo malgrado, caro dazio alla strada, dove negli anni sono rimasti vittime, tanti giovani, uomini e donne. Il corpo senza vita dell'uomo, è stato trasportato su disposizione della Procura, prontamente avvisata dell'episodio di cronaca, all'obitorio del cimitero rocchese, dove è rimasto custodito per tutta la notte, a disposizione dell'Autorità giudiziaria competente, che ieri in giornata ha deciso di consegnarlo alla famiglia per i funerali che si svolgeranno oggi alle ore 15 nella Chiesa del centro storico villapianese, e la degna sepoltura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook