Venerdì, 23 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza: discariche piene, raccolta rallentata
RIFIUTI

Cosenza: discariche piene, raccolta rallentata

di
In esaurimento gli impianti di San Giovanni in Fiore e Cassano: alla Calabra Maceri diminuisce il conferimento di organico e residuo. Porte chiuse pure a Gioia Tauro e altri siti di Svezia, Grecia, Sicilia, Toscana e Lombardia

Arriva l’estate e puntuale scoppia la grana rifiuti. Discariche (poche) in esaurimento e raccolta rallentata. Così a cascata riemergono i problemi: Ecologia Oggi (nel caso del capoluogo e di altri centri della provincia) fa quel che può con organico e residuo fino a quando gli impianti di smaltimento lo permettono («la provincia più grande della Calabria non è dotata di impianti pubblici», sentenziano dall’azienda di Guarascio) e Calabra Maceri (lo stabilimento di Rende a cui fanno riferimento decine di comuni) deve rallentare per forza di cose la propria attività non potendo conferire al cento per cento nelle discariche.
L’azienda dei fratelli Pellegrino ha informato dello stato dell’arte l’Ato e la Regione in ordine alle difficoltà di conferimento degli scarti precisando che la discarica di San Giovanni in Fiore è in esaurimento «e da circa un mese ci è consentito lo scarico, fino al completo riempimento, solo del rifiuto Compost Fuori Specifica mentre lo scarico dell’EER 191212 ci è stato negato. Anche la discarica di Cassano è in esaurimento e come per quella di San Giovanni in Fiore ci è consentito lo scarico fino al completo riempimento solo del rifiuto Compost Fuori Specifica mentre lo scarico dell’EER 191212 ci è stato negato».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook