Mercoledì, 22 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, il sindaco Occhiuto visita il cantiere del "Mariano Santo" e rilancia sul nuovo ospedale
SANITA'

Cosenza, il sindaco Occhiuto visita il cantiere del "Mariano Santo" e rilancia sul nuovo ospedale

A breve la riapertura della struttura dopo i lavori di ristrutturazione, in vista della realizzazione del nuovo ospedale cittadino
cosenza, ospedale, Mario Occhiuto, Cosenza, Cronaca
Il rendering del nuovo ospedale

“Esprimo la mia personale soddisfazione per aver appreso, durante la mia visita al cantiere dell’ospedale Mariano Santo, la notizia della sua imminente riapertura. Ho constatato con piacere che i lavori sono in fase di ultimazione e che il complesso sanitario del Mariano Santo, dopo la ristrutturazione e la messa in sicurezza, potrà essere restituito, nei prossimi mesi, alla città”.

Lo afferma il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto in una dichiarazione nella quale ha, inoltre sottolineato che “sarà così riportata in vita una delle architetture sanitarie più rappresentative, progettata a Cosenza durante il periodo fascista e che ora diventerà punto di riferimento importantissimo e all'avanguardia per la cura della patologie oncologiche. La riapertura del Mariano Santo - ha detto ancora il sindaco Occhiuto - rappresenta, inoltre, il primo passo verso la realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza, una struttura completamente rinnovata che resterà nel sito originario, a sud della città, e con la quale si darà seguito alla proposta da noi formulata a suo tempo e che prevedeva la nascita di un complesso ospedaliero completamente nuovo che si estende fino all'Annunziata, seguendo da un lato il principio della rigenerazione urbana e, dall'altro, quello dell'umanizzazione delle cure, ponendo al centro dell'attenzione la persona ammalata”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook