Mercoledì, 22 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caos rifiuti, svolta imminente: Rende sede dell’ecodistretto?

Caos rifiuti, svolta imminente: Rende sede dell’ecodistretto?

di
L’alternativa sarebbe Villapiana, la decisione è ormai prossima per uscire dalla crisi. I principiani si schierano con “Ultimo” in polemica con l’Ato. «La differenziata ha prodotto solo città sporche e tariffe rincarate»

Evidentemente il tema dei rifiuti è sempre argomento “caldo”, in città. In attesa che venga individuato il sito del nuovo ecodistretto in provincia, con Rende che potrebbe essere indicata e scelta come luogo idoneo (anche Villapiana “concorre”), la Fed riformista ne approfitta per rilanciare e sostenere l’assessore regionale “Ultimo”.
«L’assessore all’ambiente, Sergio De Caprio, bacchetta pesantemente il presidente dell’Ato Cosenza, Marcello Manna, ne stigmatizza gli inadempimenti e conferma tutte le censure che da più tempo la nostra Federazione ha formulato sulla gestione dell’Ambito Territoriale Ottimale della nostra provincia. In particolare, l’assessore denuncia lo “stallo gestionale continuato” della governance dell’Ato che non è stata in grado di individuare un sito ove allocare l’eco distretto, pur avendo a disposizione ben 42 milioni di euro».
Non usa mezze misure la Federazione riformista rendese, infatti, per attaccare politicamente il sindaco. «L’assessore mette in evidenza che, ove si fosse realizzato l’eco distretto, la provincia di Cosenza non sarebbe piombata nell’emergenza che oggi devasta i territori delle nostre città che presentano strade invase da cumuli di rifiuti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook