Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Servizio 118 nel Tirreno Cosentino, mancano medici e infermieri
SITUAZIONE DIFFICILE

Servizio 118 nel Tirreno Cosentino, mancano medici e infermieri

di
L’allarme lanciato dal presidente dello Smi Cosmo De Matteis

L'atavica carenza di medici e infermieri penalizza la costa tirrenica cosentina. I problemi sono soprattutto in prima linea: pronto soccorso, 118 e guardie mediche. Vale a dire in quei presidi che sono chiamati inizialmente a intervenire sui pazienti.
Con l’estate torna a scoppiare quel sistema sanitario che già durante la pandemia ha messo a nudo tutte le sue pecche. Dovevamo riscoprirci più attrezzati per far fronte all’impari guerra contro il Coronavirus e invece l’occasione sembra essere stata sprecata. I sindacati riportano alle luce quelle che sono le carenze di una organizzazione sanitaria in perenne affanno. Lo Smi in particolare ha richiamato l’attenzione sui problema che stanno affrontando i 118. In molte postazioni scarseggiano i camici bianchi e a Scalea anche gli infermieri. Può accadere che un’ambulanza interviene per un codice rosso senza un medico a bordo.

L'articolo integrale potete leggerlo nell'edizione cartacea – Calabria

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook