Sabato, 04 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Castrovillari, sorpreso a spacciare nonostante... i domiciliari
CARABINIERI

Castrovillari, sorpreso a spacciare nonostante... i domiciliari

Il 31enne aveva anche cercato di occultare la droga ma è stato comunque scoperto

I carabinieri lo sorprendono a spacciare nonostante gli arresti domiciliari. I militari dell'aliquota operativa della Compagnia carabinieri di Castrovillari, infatti, hanno arrestato in flagranza R.S.M.,31 anni, al termine di una mirata attività d’indagine finalizzata al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti predisposta dalla Compagnia di Castrovillari. Più in particolare, gli uomini dell'unità operativa, anche stavolta insospettiti da uno strano via vai di persone, hanno eseguito un servizio di osservazione, controllo e pedinamento nei dintorni dell’abitazione dell’uomo: il 31enne, in particolare, si trovava già agli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico per una precedente indagine condotta dai Carabinieri di Castrovillari in relazione ad altri episodi di vendita di sostanze illecite. Sempre i militari dell’Arma assistevano ad un episodio di spaccio della sostanza stupefacente che l’arrestato cedeva ad un altro soggetto dall’uscio della propria porta di casa. Dopo aver fermato l’acquirente ed aver riscontrato la presenza  di una dose di cocaina, che tra l’altro il soggetto aveva occultato nella bocca nel vano tentativo di eludere il controllo, i carabinieri hanno effettuato subito una perquisizione personale e domiciliare nell’abitazione dell’indagato, che consentiva di rinvenire un bilancino di precisione, utilizzato per la suddivisione in dosi della droga, oltre ad alcune centinaia di euro, ritenute il provento dell’attività di spaccio. Per tale motivo, di concerto con il Sostituto procuratore del Tribunale di Castrovillari, l’uomo veniva dichiarato in stato arresto e tradotto presso la casa circondariale di Castrovillari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il soggetto acquirente invece è stato segnalato alla Prefettura di Cosenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook