Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, attesa per la campanella. Oltre la scuola c’è di più
L'ATTESA

Cosenza, attesa per la campanella. Oltre la scuola c’è di più

di
Distanze, controlli e mascherine, lezioni e compiti. I dirigenti raccontano le difficoltà del rientro tra annunci ministeriali e realtà quotidiana
cosenza, scuola, Cosenza, Cronaca
Misure di sicurezza a scuola

Meno due all’alba. Alunni emozionati, docenti preparati, presidi indaffarati. Sono i volti della scuola cosentina pronta al ritorno in classe. Viale Trastevere continua a ripetere come un mantra che bisogna restare in aula e il ministro Bianchi in particolare insiste nella sua battaglia contro le classi pollaio. Ma i dirigenti scolastici fanno i conti con una realtà differente.
Parole e fatti. La racconta il preside del liceo scientifico “Scorza” da cinque anni interessato da due mega cantieri che sottraggono spazi importanti a una scuola in continua crescita: lunedì accoglierà 1.300 studenti. Con problemi di affollamento anzitutto nelle classi quarte che hanno in media di 28 ragazzi. Il limite massimo previsto dal ministero è 27, derogabili sino a 30. Quindi, in punta di... ordinanza, è tutto in regola. Ma nei fatti con 28 giovani in una classe sarà impossibile rispettare il metro di distanza. Il preside non si nasconde, raccontando i sacrifici per provare a garantire la sicurezza di tutti, a cominciare dai ragazzi.

Leggi l'articolo completo  sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook