Sabato, 23 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Si spera nel trapianto per salvare l'11enne caduta dal balcone. Calabria col fiato sospeso
COSENZA

Si spera nel trapianto per salvare l'11enne caduta dal balcone. Calabria col fiato sospeso

di
caduta dal balcone, Cosenza, Cronaca
L'ospedale Annunziata di Cosenza

La speranza è appesa a un filo. Tutto dipenderà dall'evoluzione del quadro clinico nelle prossime ore: se la situazione rimarrà quella attuale l'undicenne caduta dal balcone di casa a Lappano, piccolo centro del Cosentino, potrà essere sottoposta al trapianto di fegato.

Tutta la Calabria è con il fiato sospeso e in apprensione per la minore. Le sue condizioni restano gravissime  Da sabato si trova ricoverata nell’ospedale “Bambin Gesù” dove è arrivata in condizioni disperate ma stabilizzata dai medici dell’Annunziata. A Roma ha subito il terzo intervento chirurgico (i primi due sono stati eseguiti a Cosenza) e ora, si attende con ansia che le sue condizioni possano migliorare in fretta per poter poi affrontare il trapianto.

La ricostruzione

Tutto è iniziato venerdì sera, in una villetta in contrada Santo Stefano a Lappano (a pochi chilometri dal capoluogo bruzio). Poco dopo le   21.30, i genitori si sono accorti che il balcone della sua cameretta era aperto. In preda al panico si sono affacciati e hanno visto il corpo della loro bambina disteso a terra tra il marciapiedi e il prato. Il papà l'ha caricata in auto cominciando una corsa disperata verso l’ospedale “Annunziata” di Cosenza. Qui è stata immediatamente presa in consegna dal personale medico e da tutti i sanitari che hanno fatto il possibile per mantenerla in vita.
La piccola presentava  fratture multiple (anche al femore) e il fegato in uno stato grave, oltre a diverse emorragie. È stata immediatamente intubata e sottoposta a un primo intervento chirurgico eseguito dal  direttore del reparto di Chirurgia pediatrica, Fauwzi Scweiki, che ha eseguito l’intervento affiancato  dall’anestesista. Pino Pasqua (direttore del Dipartimento di Emergenza). Subito dopo, è stata trasferita in Terapia intensiva dove è stata costantemente seguita e monitorata. Successivamente, è stato necessario sottoporre l’undicenne a un altro intervento chirurgico. I medici dell’Annunziata, sottoponendola nel giro di 12 ore a due delicati interventi chirurgici, sono riusciti a strapparla alla morte.
La piccola, grazie alla sua tenacia e alla professionalità dei medici, è riuscita a superare quelle due operazioni complesse. I medici – dopo averla stabilizzata – d’accordo con i genitori hanno deciso di trasferirla all’ospedale “Bambin Gesù” di Roma per sottoporla a un trapianto di fegato. In pochissimo tempo, anche nonostante le difficoltà atmosferiche, i sanitari sono riusciti a organizzare il suo trasferimento nella Capitale con un volo speciale e utilizzando un elicottero del 118.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook