Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L’appello di Don Ciotti a Rende: «I nostri giovani vanno accolti e sostenuti»
NEL COSENTINO

L’appello di Don Ciotti a Rende: «I nostri giovani vanno accolti e sostenuti»

di
Intervento del presidente di Libera
Cosenza, Cronaca
Nuove scritte contro don Ciotti

«I giovani sono portatori di vita e di diversità di vita. Oggi bisogna dare spazio ai cambiamenti. Abbiamo nuove generazioni che hanno bisogno di essere accolte, riconosciute e sostenute»: si rivolge ai giovani don Luigi Ciotti nel suo intervento a Music for Change, la manifestazione legata al premio Musica contro le Mafie, durante la residenza a sfondo sociale in corso ai Bocs Art di Cosenza. Ha un sorriso e una parola di incoraggiamento per tutti prima di intraprendere il dialogo con il giornalista Arcangelo Badolati sul tema “Rigenerazione, ingiustizia, ecologia integrale, fraternità aperta, diritti e fragilità: sei parole verso l’altro e l’oltre”.
Presidente di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, da anni sotto scorta, don Luigi Ciotti dichiara che «non basta parlare di “cambiamenti” che oggi rischiano di essere “adattamenti”, mutazioni esteriori in cui cambia la forma ma non la sostanza. Urge una rigenerazione a partire da noi, partendo dalle nostre coscienze: questo è il vero cambiamento». E citando il filosofo centenario Edgar Morin afferma che “tutto ciò che non si rigenera degenera”.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook