Domenica, 22 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ospedale Cosenza, appalto da 5 milioni con meno servizi
SANITÀ

Ospedale Cosenza, appalto da 5 milioni con meno servizi

di
Da lunedì all’Annunziata verranno meno alcune attività prima garantite dalla Coopservice: reparti in ginocchio
cosenza, ospedale annunziata, Cosenza, Cronaca
Il pronto soccorso dell'ospedale Annunziata di Cosenza

Un problema in più per l’ospedale dell’Annunziata. Che inciderà inevitabilmente sulle già esigue disponibilità economiche del comparto. L’appalto affidato alla Coopservice, scaduto nel 2019, in proroga dunque, scade domenica 31. E da lunedì 1. novembre l’Azienda ospedaliera cosentina (nel frattempo ha stipulato un accordo con Consip) non potrà disporre di alcuni dei servizi che rientrano nell’appalto. Ma che verranno pagati ugualmente. Un appalto da 5 milioni di euro all’anno. I servizi prima appaltati in un unico blocco erano tre: pulizie, inservientato e Oss. Da lunedì rimarrà in vita solo il servizio di pulizia, affidato sempre alla Coopservice, già presente in tutta la Calabria e Sicilia. Il nuovo appalto durerà 4 anni. La cosa grave è che con Consip si sarebbe dovuto risparmiare un bel po’ di soldini. Costi aumentati, servizi diminuiti. Stessa somma investita dall’Azienda ospedaliera, ma per avere servizi ridottissimi. Tutti i reparti saranno privati dell’inservientato, simile a quello di Oss, mancava solo l’assistenza diretta al paziente, per cui verranno meno il trasporto dell’ammalato, delle provette biologiche, il ritiro delle sacche di sangue. Molti lavoratori che per anni e anni hanno svolto questi compiti verranno dirottati al servizio di pulizia. L’ospedale rimarrà scoperto per quanto riguarda certe figure. Gli inservienti erano una novantina, il recente concorso di Oss ha favorito l’assunzione di una quarantina di persone. C’è un buco, dunque. Molti reparti non sanno come organizzare i turni di notte e coprire i servizi di mattina. Una corsa contro la morte in vista del 1. novembre. È possibile che alcuni reparti verranno accorpati per quanto riguarda queste attività pur di risolvere il problema. Un’altra bomba che sta per esplodere.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook