Sabato, 22 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Altalena di contagi e forte ansia nel Cosentino per il Super Green pass e per il Natale
CORONAVIRUS

Altalena di contagi e forte ansia nel Cosentino per il Super Green pass e per il Natale

Nelle ultime 24 ore casi in calo nel Cosentino: ieri 57 nuovi positivi e un decesso. Continua la corsa alle terze dosi soprattutto negli Open vax day

Ansia da bollettino, preoccupazione per l’arrivo delle festività natalizie, agitazione per le regole del super Green pass e soprattutto l’angoscia di non liberarsi più dal Covid. È un mix di paure quelle che i cosentini stanno vivendo in questi giorni nei quali alle sensazioni contrastanti si associa anche il brivido dei numeri. Infatti, il bollettino di sabato ha fatto registrare un’enorme impennata dei contagi soprattutto nella provincia di Cosenza con oltre duecento casi. Mentre il bilancio della giornata di ieri parla di 57 nuovi positivi con un solo decesso. La vittima è un 66enne di Corigliano Rossano deceduto nel reparto di Rianimazione. La situazione era apparsa grave già da alcuni giorni tanto che è stata chiesta la riapertura in anticipo del reparto Covid dell’ospedale di Acri. All’Annunziata è tornato l’allarme con personale allo stremo, posti letto che cominciano a essere saturi e nuovi ingressi nelle Terapie intensive.

Il virus corre tra i giovani 

A rendere ancora più critico il quadro è l’analisi dei nuovi ricoverati: quasi tutti non vaccinati e non sempre anziani. Ecco lo stato della pandemia nel Cosentino fino a ieri: sono 2006 i casi attivi di cui 75 in reparto, 5 in Terapia intensiva, 1926 in isolamento domiciliare per un totale di 28107 casi chiusi di cui 27427 guariti e 680 deceduti. In città aumenta, giorno dopo giorno, il numero di bambini di età compresa tra i 5-14 anni che risultano positivi al virus. Per fortuna sono quasi tutti asintomatici. In molte scuole di Cosenza e provincia ci sono classi con almeno un positivo. Non sempre è stato necessario mettere in quarantena la classe. Ma resta una forte preoccupazione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook