Domenica, 22 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Depurazione a Paola, a rischio i servizi e i dipendenti
NEL COSENTINO

Depurazione a Paola, a rischio i servizi e i dipendenti

di
Paola: futuro ancora incerto per 17 lavoratori. La Ecotec potrebbe consegnare gli impianti

Apprensione tra i lavoratori di Ecotec del Comune di Paola. Il futuro è ancora incerto. Il Comune, come è noto, ha indetto la gara con la durata di un anno al fine di affidare il servizio dell’idrico e della depurazione ma non è chiaro come si evolveranno le cose e se vi saranno partecipanti. Nel giro di meno di un mese dovranno essere prese decisioni importanti e consequenziali al bando espletato dall’ente.
In tutto sono impiegate oggi 17 maestranze tra la ditta (10) e i lavoratori della cooperativa (7) che si occupa tra l’altro del recapito degli avvisi relativi ai consumi. Il termine ultimo per il ricevimento delle offerte a riguardo del bando è fissato al 26 dicembre. E dopo cinque giorni - esattamente il 31 dicembre - Ecotec, la ditta che gestisce oggi il servizio, ha annunciato che riconsegnerà gli impianti di depurazione. Il Comune in poche parole si potrebbe trovare senza una società che si occupi dell’idrico e della depurazione. Un problema che non è di poco conto. Il bando per due volte in tre anni è andato deserto. Nessuno ha inteso prendervi parte. Forse perché da parte delle stesse ditte non è stato ritenuto conveniente. È seguita poi una proposta di un project financing ventennale da parte dell’attuale gestore che però dopo apposita valutazione il Comune non ha accettato.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook